Cronaca
La conferenza

Studenti imparano "Cosa vuol dire lottare contro le mafie"

Domani al Casinò di Sanremo il convegno organizzato dalla consulta provinciale degli studenti e l'associazione Libera.

Studenti imparano "Cosa vuol dire lottare contro le mafie"
Cronaca Sanremo, 05 Aprile 2022 ore 16:58

I giovani della consulta provinciale degli studenti e  l'associazione "Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie", hanno organizzato un evento che  renda consapevoli gli studenti sul tema della mafia, su come si infiltra nella nostra vita quotidiana e su come noi cittadini possiamo contrastarla.

Convegno contro la mafia

"La Consulta degli Studenti di Imperia -scrive in una nota lo studente del Cassini, Edoardo Ruffo, presidente della consulta-  è in prima linea per la lotta contro le mafie. Di conseguenza gli stessi studenti membri di quest'organo provinciale si sono adoperati per organizzare un evento di sensibilizzazione sul tema, dedicato ai loro compagni, in collaborazione con l'Associazione Libera e con il patrocinio del comune di Sanremo e della prefettura di Imperia. È nato così "Cosa vuol dire lottare contro le mafie" un convegno che si terrà al Teatro del Casinò di Sanremo il giorno 6 aprile 2022 dalle ore 9,30. Saranno presenti dal vivo gli studenti delle classi 4 e 5 dell'intera provincia fino a massima capacità del locale, mentre le rimanenti classi si collegheranno a distanza.

 

I relatori

Fra i relatori troviamo il magistrato Gian Carlo Caselli, il procuratore capo di Imperia Alberto Lari, il comandante provinciale della guardia di finanza Col. Walter Mazzei, il prefetto di Imperia Armando Nanei, il questore di Imperia Giuseppe Felice Peritore, l'assessore avv. Massimo Donzella, il dirigente dell'AT di Imperia Luca Maria Lenti, il testimone di giustizia Rocco Mangiardi, i genitori di Dodò ( vittima di mafia) Francesca e Giovanni Gabriele e il comandante provinciale dei carabinieri col. Marco Morganti. Non mancheranno intermezzi musicali e multimediali.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie