Cronaca
Dolceacqua

Tutto pronto per il taglio del nastro di Antroposcene, il museo etnografico a cielo aperto

Verso il tutto esaurito sulla piattaforma Eventbride. 34 Km per raccontare l'identità culturale del territorio

Tutto pronto per il taglio del nastro di Antroposcene, il museo etnografico a cielo aperto
Cronaca Val Nervia, 06 Settembre 2022 ore 14:07

Si va verso il tutto esaurito per lo spettacolo a stazioni del Teatro della Tosse che sabato a Dolceacqua inaugurerà Antroposcene, il Museo Etnografico a cielo aperto che racconta il patrimonio rurale diffuso sui territori di Dolceacqua, San Biagio della Cima e Soldano.

 

Verso il tutto esaurito per lo spettacolo inaugurale di Antroposcene

Infatti, le prenotazioni stanno arrivando numerosissime sulla piattaforma Eventbrite, per completare i cinque gruppi da 40 persone che dopo l’inaugurazione istituzionale della nuova infrastruttura (ore 17:00, Località La Colla) percorreranno un cammino di 1,6 km per seguire lo spettacolo itinerante “Di Ulivi, Vigneti, Storie e Silenzio” (Testo e Regia Amedeo Romeo) che racconterà i luoghi, le storie, le tradizioni e i personaggi del territorio.

 

Il progetto del Museo Diffuso

Antroposcene, progetto nato dalla sinergia tra i Comuni di Dolceacqua, San Biagio della Cima e Soldano, ETT Solutions, il CAI di Bordighera e la Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse, realizzato grazie al contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo (Bando In Luce), traccia un percorso etno-antropologico guidato da supporti digitali, dinamiche immersive e realtà aumentata, che valorizza e dà voce al bene prezioso che ci circonda: 34 km di sentieri, 21 punti di interesse, 6000 anni di dialogo tra uomo e natura, infinite storie di un costrutto rurale da proteggere, natura e comunità che tornano protagonisti, antiche “nomeranze” che hanno nella pietra di Flysch l’elemento comune che unisce luoghi e persone.

 

Antroposcene racconta l'identità culturale del territorio

Tra questi borghi dell’estremo ponente della Liguria, nell’entroterra tra Bordighera e Ventimiglia, si delinea così un nuovo paesaggio culturale, rivolto a trekker, studiosi di etnografia e sostenibilità ambientale, e amanti della natura. Su queste colline di pietra di Flysch, dove nel tempo gli insediamenti umani hanno generato nomi di luoghi, le “nomeranze” (antica voce ligure da cui la classica “numerata” o soprannome, come luogo di rilievo), nasce Antroposcene, uno spettacolare percorso a ritroso nel tempo, fino ad arrivare ai cambiamenti climatici, passando dai castellari fino ai greci, ai romani e all’epoca medievale. Partendo dalla mappatura di 21 beni di grande interesse storico, culturale, ambientale, Antroposcene racconta l’identità culturale di un territorio, dando voce al patrimonio materiale e immateriale dei tre borghi.

Antroposcene è una nuova infrastruttura turistico-culturale, accessibile e gratuita, che verrà inserita nella ricca offerta del territorio e che punta a diventare un prodotto di marketing turistico.

Sempre aperto ed accessibile da più punti lungo i 34 km di sentieri che uniscono i tre comuni, il Museo potrà essere visitato in autonomia grazie alla guida di una App bilingue (italiano e inglese) che presto sarà resa disponibile sulle varie piattaforme di distribuzione.

 

Informazioni logistiche

Informazioni utili per l’inaugurazione e per lo spettacolo teatrale

COME ARRIVARE: Mezzi propri, da Dolceacqua, seguire le indicazioni. Si raccomandano scarpe comode e abbigliamento adatto alla passeggiata.

BIGLIETTERIA: ingresso gratuito solo su prenotazione (Eventbrite), per gruppi di 40 persone. Durata dello spettacolo-trekking: 1h15. Partenze ore 17:30-17:50-18:10-18:30-18:50. Al termine, gli spettatori dovranno tornare a piedi al punto di partenza.

INAUGURAZIONE
Sabato 10 settembre 2022 ore 17:00
Località La Colla – DOLCEACQUA
SP 70 - km 4,4 incrocio con SP 69 e SP 92

 

Leggi QUI gli altri articoli

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie