Cronaca

VENTIMIGLIA, I CONFINI, LA LOTTA ALLA MAFIA E L'IMMIGRAZIONE: LA SFIDA DEL SINDACO IOCULANO OSPITE DI "NEMO" SU RAI 2

VENTIMIGLIA, I CONFINI, LA LOTTA ALLA MAFIA E L'IMMIGRAZIONE: LA SFIDA DEL  SINDACO IOCULANO OSPITE DI "NEMO" SU RAI 2
Cronaca 24 Marzo 2017 ore 09:34

Ventimiglia - "Il confine ha il suo fascino, incute sì timore, ma è qualcosa di più: è tangibile e allo stesso momento è indefinito...". Così il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano (Pd), ospite della trasmissione televisiva di Rai2 "Nemo" ha introdotto il proprio intervento. All'ordine del giorno, naturalmente, il tema dei migranti: "Arrivo da una città di confine. Sono stato eletto a Ventimiglia nel 2014 all'età di 28 anni e, il confine, ha rappresentato una sfida. Ognuno di noi ha dei confini dentro e dei confini fuori e la sfida era quella di vincere in una città che era stata da poco sciolta per infiltrazioni mafiosi".

E poi. "Ci siamo trovati subito dopo, davanti ad un'altra sfida: gestire un fenomeno epocale come è stata e com'è l'immigrazione tutt'oggi, quindi centinaia e centinaia di persone che provavano a superare il loro confine. Questa sfida, questa gestione la stiamo portando avanti e va avanti tutt'ora grazie agli sforzi di tanti ventimigliesi, di tante associazioni, del supporto delle forze dell'ordine in una situazione particolare in cui l'Europa è inerte di fronte a questo problema. Lo abbiamo fatto e lo abbiamo fatto con coraggio e guardate che quando ci si trova di fronte a queste situazioni bisogna tirar fuori tutto se stesso e spesso e volentieri un amministratore si trova da solo, come da solo mi sono trovato io, da solo di fronte alla mia coscienza quando devi firmare un'ordinanza di sgombero e sai che di fronte hai dei poveri disgraziati".

E ancora: "Oppure perché ti trovi a dover mantenere un equilibrio tra le giuste esigenze di una città commerciale e turistica e dall'altra parte le necessità di chi scappa da una guerra, di chi scappa dalla fame e a cui devi dare accoglienza e una prima assistenza. E questo com'è che lo fai? Lo fai pensando a quel legame forte che c'è con la tua città, con il tuo territorio, con la tua gente. E' sufficiente. No. Io ho qualcosa in più, forse. E' una passione che porto avanti da quando sono ragazzino verso la politica".

http://www.raiplay.it/video/2017/03/NEMO-Nessuno-escluso-6a1604df-bfb6-4010-bae1-9878160abcc9.html (il link alla trasmissione... verso 1h e 30 minuti)

Fabrizio Tenerelli

Leggi QUI le alttre notizie


Necrologie