Menu
Cerca
Emergenza economica

Zona rossa e chiusure lo sfogo del sindaco Mario Conio

Non possiamo accettare che all’emergenza sanitaria si sommi l’emergenza sociale; forse è già troppo tardi per evitarlo, ma le istituzioni locali debbono far sentire la propria voce al governo

Zona rossa e chiusure lo sfogo del sindaco Mario Conio
Cronaca Taggia, 02 Aprile 2021 ore 12:34

Il sindaco di Taggia, Mario Conio, affida a facebook il proprio sfogo dopo l’ennesima ordinanza “last minute” del governatore Toti che impone limitazioni contro il contagio nel ponente ligure:

Non voglio più vivere giornate come ieri, ricevere telefonate di commercianti disperati senza sapere argomentare una risposta credibile. È stato per me motivo di sofferenza e dispiacere.
Il mio ruolo di Sindaco mi impone il privilegio e la responsabilità di rappresentare i miei cittadini.
Non possiamo accettare che all’emergenza sanitaria si sommi l’emergenza sociale; forse è già troppo tardi per evitarlo, ma le istituzioni locali debbono far sentire la propria voce al governo.
Dopo un anno di chiusure delle attività commerciali e ristorative è chiaro che questa non può essere la soluzione.
Come si giustifica che un negozio di abbigliamento chiude e uno di biciclette rimane aperto? Perché piscine e palestre rimangono chiuse ed è invece possibile praticare altri sport? Io, lo dico con chiarezza, non sono in grado di comprenderlo e credo, con me anche molti cittadini.
C’è necessità di comprendere e valutare misure alternative. La mia potrà apparire una posizione ingenua ma ritengo che con controlli degli accessi e rigide regole sanitarie ogni attività possa essere aperta.
Nelle prossime ore scriverò una lettera alle istituzioni chiedendo che tali misure vengano rivalutate. Sarà una goccia nel mare, ma sento il dovere di farlo.
Purtroppo giorno dopo giorno, di covid stanno morendo non solo tante persone, ma anche molte attività commerciali e famiglie.”
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli