Menu
Cerca
Sanremo

Assessore a Roma in previsione del centenario di Italo Calvino

Incontro con il direttore della Biblioteca Nazionale Centrale per promuovere una serie di iniziative volte a celebrare Calvino.

Assessore a Roma in previsione del centenario di Italo Calvino
Cultura Sanremo, 13 Aprile 2021 ore 14:41

 

In previsione del centenario della nascita dello scrittore Italo Calvino, lassessore alla cultura di Sanremo, Silvana Ormea si è recata a Roma per incontrare il direttore della Biblioteca Nazionale Centrale, dottor Andrea De Pasquale

 

Incontro a Roma con il direttore della Biblioteca Nazionale Centrale

“Un incontro molto proficuo – commenta l’assessore Ormea – per avviare un progetto di collaborazione tra il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, la Biblioteca Nazionale Centrale e il Comune di Sanremo nel nome di Calvino e della sua famiglia. La nostra città possiede il prestigioso “Fondo Mario Calvino Eva Mameli Calvino” e desideriamo trovare delle nuove forme di valorizzazione promuovendo ricerche, pubblicazioni e attività culturali non solo della figura di Italo e della sua famiglia ma anche dei luoghi calviniani, ovviamente con particolare riferimento alla nostra città, chiamata a celebrare i 100 anni della nascita dello scrittore”

 

“Un interlocutore di primissimo livello”

“Sono certa – continua – che la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma sia un interlocutore di primissimo livello per attuare tutto questo. Ringrazio il direttore De Pasquale per la grande disponibilità e professionalità, maturata grazie a incarichi di prestigio, in ultimo proprio la direzione della Biblioteca Nazionale Centrale. Mi piace ricordare che il direttore è un sanremese che ha sempre a cuore le sue origini e che, proprio per questo, ha saputo raccontarmi di Calvino con grande preparazione e sensibilità. Quello di ieri è stato davvero un incontro molto interessante, durante il quale ho avuto la possibilità di immergermi nella letteratura italiana del Novecento e i suoi protagonisti, tra cui, appunto, – conclude – il nostro Italo Calvino.”

Necrologie