D’Autunno Francesco: al via la giornata dedicata a Biamonti

Fino a questa sera interventi e incontri in onore del grande scrittore ligure al centro "Le Rose" di San Biagio della Cima

D’Autunno Francesco: al via la giornata dedicata a Biamonti
26 Novembre 2017 ore 11:42

È cominciata la giornata dedicata a Francesco Biamonti, promossa dalle associazioni Parco Biamonti, Amici di Francesco Biamonti e dal Comune di San Biagio della Cima. Nel suo paese nativo San Biagio della Cima, al centro polivalente “Le Rose”, si alterneranno fino a questa sera interventi e approfondimenti dedicati al grande scrittore ligure.

Il ricordo di Massimo Quaini

Corrado Ramella, dell’associazione Amici di Francesco Biamonti, ha subito ricordato il professor Massimo Quaini, scomparso recentemente, il 21 novembre, a Genova. “Massimo è stato innanzitutto il nostro professore, di cui abbiamo apprezzato la profondità e l’ampiezza di vedute. Ma è stato anche un amico. Ha dato un contributo fondamentale al progetto di realizzazione del Parco Biamonti, aiutandoci a capire come va letto il nostro paesaggio. Questo è forse il suo insegnamento più grande: saper leggere ciò che ci circonda, dal punto di vista geografico, storico e letterario. La sua lettura di Biamonti rimane una delle più interessanti”.

Nuovi percorsi nell’opera di Biamonti

Il primo appuntamento della giornata è dedicato alle nuove voci sull’opera di Biamonti, non ancora approfondita e compresa in tutte le sue sfumature. A questo proposito, Simone Biundo ha evidenziato le intersezioni tra gli scritti di Biamonti e la letteratura sudamericana, in particolare lo scrittore messicano Juan Rulfo. Matteo Grassano, dottorando a Nizza con una tesi sullo scrittore ligure, ha suggerito delle considerazioni sul rapporto tra la scrittura di Biamonti e il filosofo francesce Bachelard. Marina Marengo, presto docente di geografia all’Università di Genova, ha invece proposto una relazione sulla “terra di frontiera” franco-italiana della Alpi sud-occidentali.

Gli appuntamenti del pomeriggio

Si proseguirà nel pomeriggio, alle 16:30, con la lettura integrale del testo di Giovanni Boine “La crisi degli olivi in Liguria”, a cura di Mauro Lanteri, Enrico Manfredini, Germana Rossi e con la collaborazione del Teatro del Banchero.

L’ultimo appuntamento sarà alle 17:30, con la tavola rotonda in cui interverranno Giorgio Amico, Marina Marengo e Simona Morando. I relatori metteranno in luce il legame tra Francesco Biamonti e Giovanni Boine, a partire proprio dal testo del poeta ligure Boine, pubblicato per la prima volta nel 1911.

La giornata si concluderà con una piccola degustazione di prodotti del territorio.

3 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità