Economia
Confesercenti e Confcommercio,

Cassa Comercio un nuovo strumento in aiuto alle imprese del terzo settore

Particolare attenzione verrà dedicata proprio alla possibilità di accedere all'importante contributo a fondo perduto del 50% dell'importo finanziato, fino ad un massimo di € 20.000.

Cassa Comercio un nuovo strumento in aiuto alle imprese del terzo settore
Economia 16 Settembre 2022 ore 10:49

La presentazione martedì 20 settembre

Martedì 20 settembre dalle ore 14.30 presso la Sala Multimediale della Camera di Commercio Riviere di Liguria ad Imperia  verrà presentata, alla presenza dell’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti, “Cassa Commercio”, lo strumento messo in campo per sostenere la crescita delle imprese commerciali, turistiche, di somministrazione e di servizi.

Finanziato con circa 11 milioni di euro, Cassa Commercio ha una retroattività al 1 gennaio 2021 ed è destinato alle aziende che realizzano investimenti diretti all’avvio, allo sviluppo e al rafforzamento dell’attività e alla penetrazione in nuovi mercati, permettendo loro un migliore accesso al credito.

L’evento organizzato in collaborazione tra Confesercenti e Confcommercio, che parteciperanno con propri rappresentanti e tecnici, sarà l’occasione per fare una panoramica sul nuovo strumento di agevolazione, delineare ed approfondire ogni dettaglio operativo circa i beneficiari, le spese ammissibili, le forme agevolative e l’iter per il conseguimento dei benefici connessi allo strumento stesso.

Cassa Commercio Liguria permette infatti alle imprese di:

• accedere più facilmente al credito bancario attraverso l'abbattimento del costo della garanzia;

• ottenere un finanziamento a tasso agevolato grazie al contributo in conto interessi;

• per le imprese che posseggono i requisiti richiesti, ottenere un contributo a fondo perduto sugli investimenti.

 

Particolare attenzione verrà dedicata proprio alla possibilità di accedere all'importante contributo a fondo perduto del 50% dell'importo finanziato, fino ad un massimo di € 20.000. A questo aiuto, potranno accedere le aziende che hanno più di 30 anni d’iscrizione al Registro imprese e/o le aziende che hanno unità locale oggetto dell’intervento finanziato in uno dei Comuni Liguri anche costieri con meno di 5000 abitanti (Airole, Apricale, Aquila D'Arroscia, Armo, Aurigo, Badalucco, Baiardo, Borghetto d'Arroscia, Borgomaro, Caravonica, Castelvittorio, Castellaro, Ceriana, Cervo, Cesio, Chiusavecchia, Cipressa, Civezza, Cosio d'Arroscia, Costarainera, Diano Arentino, Diano Castello, Diano San Pietro, Dolceacqua, Dolcedo, Isolabona, Lucinasco, Mendatica, Molini di Triora, Montalto Carpasio, Montegrosso Pian latte, Olivetta San Michele, Ospedaletti, Perinaldo, Pietrabruna, Pieve di Teco, Pigna, Pompeiana, Pontedassio, Pornassio, Prelà, Ranzo, rezzo, Riva Ligure, Rocchetta Nervina, San Bartolomeo al Mare, San Biagio della Cima, San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare, Seborga, Soldano, Terzorio, Triora, Vallebona, Vasia, Vessalico, Villa Faraldi) e/o le aziende che detengono il marchio “Botteghe Storiche” ai sensi L.R. n. 3/2008 e/o quello di “Liguria Gourmet”.

L’incontro è aperto a tutti gli imprenditori interessati.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie