Politica
VELENI INTEMELI

Flavio Di Muro: "Esterrefatto dal coacervo di accuse di Scullino"

"Scullino stia sereno, non sono in cerca di posti, li abbiamo appena lasciati, e neppure in cerca di consenso"

Flavio Di Muro: "Esterrefatto dal coacervo di accuse di Scullino"
Politica Ventimiglia, 28 Giugno 2022 ore 09:54

Dopo il duro attacco lanciato ieri in conferenza stampa dall'ormai ex sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, il deputato leghista e leader del partito di Salvini nel ponente ligure Flavio Di Muro replica alle accuse, anche pesanti sul suo conto e sul conto dei cosiddetti tre carbonari.

La lettera ai ventimigliesi di Flavio Di Muro

Amici ventimigliesi,
ho assistito esterrefatto alla conferenza stampa dell'ex Sindaco Scullino.
Un coacervo di accuse, mistificazioni, dietrologie, non sono riuscito a capirlo appieno.
Una cosa però l'ho capita: secondo Scullino è tutta colpa mia. Anche in questa occasione anziché dirci come si sarebbe potuto proseguire con questa esperienza amministrativa con un Sindaco in affanno, una maggioranza inesistente e continue baruffe preferisce trovare un colpevole. Ha avuto conflitti con quasi tutti i consiglieri comunali da destra a sinistra, si è dimesso il vice sindaco, ma la colpa è sempre la mia.
Se ho una colpa è di aver accettato e sostenuto un candidato sindaco divisivo e rivelatosi inadeguato ad amministrare la nostra città. C'erano grandi aspettative sul suo operato che sono state progressivamente disattese. La realtà è sotto gli occhi di tutti.
Saremmo dovuti andare avanti così altri due anni? È questo quello che si aspettavano i cittadini? Non credo proprio, questo era l'interesse di Scullino non della città.
Abbiamo rinunciato alle poltrone, gli eletti in comune si sono dimessi, un atto di dignità e rispetto verso gli elettori perché con questa amministrazione era divenuto impossibile rispettare il programma elettorale.
Scullino afferma che volevo fargli da tutore. Siamo seri. Lo credete possibile? Io che dico a Scullino cosa deve fare. Gli ho dato dei consigli, l'ho sostenuto con bandi e opportunità di finanziamento, nel solo interesse della nostra città, e il più delle volte non sono stato ascoltato.
Secondo lui non potevo neppure inviare WhatsApp agli eletti del mio partito nel mio ruolo di loro responsabile politico, ma stiamo scherzando?
Mi piacerebbe entrare nel merito delle innumerevoli pratiche che ci hanno visto contrapposti ma mi limito a quelle citate da lui in conferenza stampa.
- NUOVA COOP: ci siamo schierati contro, da sempre, perché non riteniamo quel luogo adeguato e non rileviamo l'interesse pubblico per un nuovo supermercato alimentare in centro città. Glielo hanno detto i residenti, le associazioni di categoria dei commercianti, il centrodestra, perfino un consigliere comunale della sua lista, ma niente, ha preferito votare con il PD (a proposito di inciuci).
- NUOVI PARCHEGGI: è da inizio del mio mandato parlamentare che lavoro con RFI per sbloccare i nuovi parcheggi adiacenti alla linea ferroviaria così come sulla riconversione del Parco Roja. Il mio intervento non era necessario? Perché allora non è stato fatto prima?
- GARA PARCHEGGI: ho sempre sostenuto la necessità di procedere con gara pubblica, mentre in un primo confronto la Lista Scullino ci propose di riattivare a tal fine la CIVITAS, si avete capito bene, la CIVITAS, per cui ci siamo opposti.
- CAMPO ROJA: dissi al Sindaco (e non "ordinato" che non è nel mio modo di pormi) che era evitabile un inutile sopralluogo nel Parco Roja per riaprire un centro accoglienza migranti. Questo perché non c'era stato ancora confronto interno su questa proposta e perché ci risultava l'area inagibile. È andato, incurante della sua maggioranza, per poi dichiarare due giorni dopo l'indisponibilità a procedere. Io questo atteggiamento l'ho definito schizofrenico, ditemi se è normale?
- AURELIA BIS: grazie all'impegno parlamentare bipartisan (e non solo grazie al MIO impegno parlamentare come ha erroneamente capito nel video che lo invito a riascoltare con più attenzione) sono finalmente stati stanziati otto milioni di euro per progettare l'Aurelia Bis da Ventimiglia a Sanremo. Questo sì che è un passo avanti concreto dopo decenni di annunci inconcludenti.
- FONDI IMMIGRAZIONE: i circa 700.000 euro giunti nel bilancio comunale per sostenere i comuni di confine sono frutto di un emendamento che ho personalmente elaborato in un primo provvedimento senza esito positivo, successivamente ripresentato e approvato insieme a un emendamento similare del collega del M5S.
Mi fermo qui, perché non credo che questi tecnicismi interessino i nostri concittadini, emendamenti, verbali di sedute, interventi e articoli sono facilmente consultabili. Quello che mi importa è che non ci siano ricostruzioni di parte, prima di tutto la verità.
Ora, capite cari concittadini che così non si poteva oggettivamente andare avanti? Ognuno si assuma quota parte di colpe, io me ne assumo, certamente, dall'altra parte però non ho ascoltato la benché minima autocritica.
Spero che da domani finiscano polemiche e illazioni, ricostruzioni fantasiose e toni aggressivi.
Diamo un taglio al passato e cominciamo a guardare al futuro. Sono certo che Ventimiglia saprà risollevarsi e guardare avanti, superando i problemi ereditati, grazie ad una nuova amministrazione coesa, seria e capace.
Scullino stia sereno, non sono in cerca di posti, li abbiamo appena lasciati, e neppure in cerca di consenso.
Mi impegnerò al massimo per la mia città, come ho sempre dimostrato di fare, e lo continuerò a fare a testa alta.
Lo farò nella mia casa naturale, il centrodestra, con coerenza ed entusiasmo, assieme agli amici di Fratelli d'Italia e Forza Italia, con cui abbiamo già intrapreso un percorso, e con tutte le forze politiche e civiche che vorranno far parte di questo nuovo progetto alternativo alla sinistra per garantire ai ventimigliesi l'amministrazione efficiente che meritano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie