Politica
incontro politico

Regione Liguria; il monito di Rosso (FdI) a Toti: "Pensi alla Liguria, non a Roma"

“Se un giorno Toti diventerà un leader nazionale, ben venga per lui e vada pure sulla scena nazionale. Ma oggi pensi a noi"

Regione Liguria; il monito di Rosso (FdI) a Toti: "Pensi alla Liguria, non a Roma"
Politica Imperia, 31 Gennaio 2022 ore 16:48

Il monito del coordinatore regionale Rosso (FdI) al presidente Toti

“Se un giorno Toti diventerà un leader nazionale, ben venga per lui e vada pure sulla scena nazionale. Ma oggi pensi a noi. Abbiamo una situazione sanitaria difficile e non solo per il Covid, ma purtroppo, lo sappiamo, sia per il personale sanitario che è sofferente, sia per i pazienti che hanno attese molto lunghe. Abbiamo una situazione complessiva di crisi economica nella Liguria, come in tutto il paese: che lui stia qui e pensi a questo, se no prenda decisioni diverse e scelga cosa vuol fare, ma non dobbiamo essere noi a dirglielo”.

"Quello che è successo a Roma è uno spiacevolissimo teatrino"

E’ un messaggio diretto quello che il coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Matteo Rosso, ha lanciato questo pomeriggio dall’Hotel Rossini, di Imperia, dove ha chiamato a raccolta dirigenti e amministratori locali del partito, per commentare la “burrascosa” elezione del Capo dello Stato. "Quello che è successo a Roma con la Lega è uno spiacevolissimo teatrino - aggiunge - ma in questo momento mi interessa la Liguria e di quello che fanno o pensano, a Roma, mi interessa assai poco. Le persone vogliono sapere se ci saranno finanziamenti per la loro attività, se potranno effettuare un esame radiologico in tempi più brevi. Basta litigare, dopo una settimana di un teatrino davvero imbarazzante”.

Rosso punta ancora una volta il dito su Toti e alla domanda: cosa potrebbe cambiare nei rapporti politici col presidente, afferma: “Siccome, un anno fa, sono stati eletti dei nostri consiglieri e assessori, noi vogliamo continuare sul programma. Dopodiché se il presidente Toti farà scelte diverse di andare via a lui, allora se ne andrà a Roma e valuteremo, ma noi continueremo a lavorare per la Liguria. Dobbiamo pensare ai problemi dei liguri: agli ospedali di Taggia, Sanremo o San Martino di Genova, ad esempio. E parlo soltanto della Sanità, che questo momento mi sembra il fulcro. Se siamo tutti qui mascherati, vuol dire che qualche problema esiste ancora e non si può fare finta di niente”.

L'intervento dell'assessore regionale Giovanni Berrino

"Continuo a dire che non è possibile che un presidente sia eletto per salvare un governo, perché il presidente è sopra le parti e deve decidere lui quando un governo può e deve rimanere in piedi o quando non può e non deve rimanere in piedi”. Lo ha detto l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino, intervenendo sull’elezione del presidente della repubblica, a margine del vertice degli amministratori e dei dirigenti di Fratelli d’Italia, che si è svolto nel pomeriggio all’Hotel Rossini, di Imperia.

“Non abbiamo apprezzato il metodo con cui si è arrivati alla rielezione di Mattarella - ha aggiunto -. Pensavamo che fosse opportuno avere una novità, magari un presidente della repubblica donna: tanti dicono di volerlo avere, poi alla prova dei fatti nessuno lo vuole. Noi siamo stati coerenti. Ribadisco che, alla fine, quei due candidati di punta espressi da Fratelli d’Italia, e cioè Crosetto (Guido, ndr) e Nordio (Carlo, ndr), hanno preso molti più voti di quelli che sono i nostri grandi elettori”.

E per quanto riguarda il proprio assessorato, dichiara: “E’ una settimana importante, come il Festival più importante d’Italia e d’Europa. Da oggi inizia la promozione turistica che, in primavera e in estate, dovrà portare a riempire i nostri alberghi con dati ancora migliori di quelli del 2019”.

L'intervento del consigliere regionale Veronica Russo

"Mi muoverò come ho sempre fatto, lavorando per i cittadini, per le persone che ci stanno a fianco e per le persone che si aspettano delle risposte da noi. Quello che è successo a livello nazionale nell’ultima settimana è stato un teatrino imbarazzante, un teatrino che fa allontanare i cittadini dalla politica. Il nostro compito, quali istituzioni liguri, è quello di stare al loro fianco e iniziare a dare risposte a livello regionale e a livello locale. Quello che succede a Roma è sicuramente lontano, si sentiranno gli echi anche a livello regionale, ma il nostro compito è quello di lavorare per il bene dei cittadini".

6 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie