IL CASO POLITICO

Restyling in piazza della stazione a Bordighera, la minoranza annuncia lettera alla Corte di Conti

E' atteso per domani (16 novembre) l’inizio dei lavori di manutenzione straordinaria di piazza della Stazione a Bordighera

Restyling in piazza della stazione a Bordighera, la minoranza annuncia lettera alla Corte di Conti
Bordighera, 15 Novembre 2020 ore 09:41

La minoranza di Bordighera contro questo tipo di restyling di piazza della Stazione

E’ atteso per domani (16 novembre) l’inizio dei lavori di manutenzione straordinaria di piazza della Stazione a Bordighera. “Il bisogno di manutenzione è incontestabile. Ma la razionalità urbanistica e finanziaria del progetto – afferma la minoranza consiliare in un comunicato congiunto, a firma di: Civicamente Bordighera, Progetto Bordighera, Semplicemente Bordighera e Gruppo Misto – è sempre più contestabile, e i consiglieri di minoranza devono sollevare il problema”.

Ecco di seguito la relazione della minoranza

Nel Giugno 2018, il Sindaco Ingenito aveva fieramente servito le sue promesse elettorali accantonando il progetto vincitore di un concorso di idee e completamente finanziato che avrebbe fatto di Piazza della Stazione una zona a traffico limitato, e dato al centro della citta’ spazi pedonali e attivita’ di aggregazione. Ma l’obiettivo della Giunta Ingenito era mantenere li’ un grande parcheggio, solo un po’ piu’ bello dell’attuale. Diede quindi l’incarico ad un nuovo professionista per un “Progetto Ingenito” di manutenzione straordinaria della Piazza che assicurasse tanti parcheggi. Decisione con un prezzo sostanzioso per il contribuente, perche’ questo incarico aggiungeva nuovi costi di progettazione ai 30.000 Euro gia’ spesi per il progetto originario.

Intanto l’Amministrazione ha anche incaricato una ditta di Torino di redigere per la citta’ un Piano di Mobilita’ Sostenibile (PUMS). Per ora ne e’ disponibile solo una bozza, ma tale bozza presenta soluzioni di viabilita’ per Piazza della Stazione opposte a quelle del Progetto Ingenito, che con meritevole efficienza non e’ probabilmente stato dato in visione agli specialisti di viabilita’. Qui, o il progetto della piazza o il PUMS dovranno cambiare, e il lavoro dei professionisti sara’ a carico del contribuente.

Ma non basta. Il progetto Ingenito per la Piazza dovra’ comunque essere modificato perche’ ha criticita’ intrinseche. La Giunta ha approvato e mandato in gara d’appalto un progetto esecutivo con palese insufficienza degli spazi di manovra della nuova rotatoria e percorsi pedonali non sicuri. Avevamo portato tutto questo in Consiglio Comunale il 25 Settembre, e finalmente il 27 Ottobre Sindaco, Giunta, e Ufficio Tecnico erano sulla Piazza a verificare i problemi con le loro automobili. Anche qui il lavoro di correzione da parte dei progettisti, dell’Ufficio Tecnico, e il tempo della ditta che ha vinto l’appalto saranno a carico del contribuente.

Infine, Lunedi scorso il Sindaco ha dichiarato alla stampa che in futuro la Piazza della Stazione sara’ pedonalizzata. Ma se l’obiettivo finale è la pedonalizzazione della piazza (che tutti noi desideriamo), appare palese che qualsiasi altro intervento che la riguardi e che sia in conflitto con lo scopo ultimo, rappresenti uno spreco di denaro pubblico non tollerabile. Il progetto Ingenito costera’ quasi 400.000 Euro, modifichera’ la viabilita’ (anche se ora non sappiamo come), e ingranera’ con autobloccanti colorati la delimitazione dei posti auto nella nuova pavimentazione. Perche’ il contribuente deve sovvenzionare un costoso parcheggio se solo transitorio?

Nel frattempo il contribuente prepara una lettera per la Corte dei Conti

L’amministrazione impiega denari dei cittadini ed è tenuta ad usarli secondo i principi di tutela dell’interesse pubblico, economicità, efficacia, ed efficienza. Il contribuente non vede rispettata nessuna di queste caratteristiche in quanto sta succedendo per Piazza della Stazione. Il contribuente vorrebbe che i suoi quattrini fossero usati per una piazza pedonale, e almeno un parcheggio sotterraneo per la città, peraltro promesso da questa amministrazione. Nel frattempo il contribuente prepara una lettera per la Corte dei Conti.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità