Politica

Rivieracqua e Amat: accordo come alternativa al fallimento

Il presidente Amat ha rinviato a venerdì 20 dicembre alle 10, la riunione del cda che dovrà esprimersi sull'iter della procedura pre-fallimentare

Rivieracqua e Amat: accordo come alternativa al fallimento
Politica 13 Dicembre 2019 ore 15:57

Fallimento

"Auspichiamo che Rivieracqua riesca a proporre soluzioni che garantiscano sul piano giuridico e finanziario l'interesse dei cittadini, dei dipendenti e di tutti i fornitori".

Lo ha detto, stamani, il presidente Amat (l'azienda che gestisce il pubblico acquedotto di Imperia), avvocato Maurizio Temesio, a margine del vertice, che si è svolto a Palazzo civico di Imperia, con il sindaco Claudio Scajola, l'assessore alle Società partecipate, Fabrizia Giribaldi e l'amministratore delegato del socio industriale Ireti (azionista al 48 per cento di Amat), Fabio Giuseppini.

Obiettivo, trovare una transazione con Rivieracqua, il gestore unico del pubblico acquedotto in provincia di Imperia, nei confronti del quale Amat ha presentato istanza di fallimento, nel maggio scorso, vantando un credito di circa 2,5 milioni di euro maturati, da ottobre del 2018 ad oggi, in quanto a forniture idriche: "che noi, come Amat, abbiamo effettuato - ha dichiarato oggi Temesio - e che Rivieracqua, a sua volta, ha ridistribuito ai Comuni serviti, molti dei quali nel Golfo Dianese".

In merito al procedimento fallimentare: a luglio, c'è stata una udienza transitoria, mentre venerdì 20 dicembre, è attesa l'udienza definitiva, a fronte della quale il giudice potrebbe dichiarare il fallimento della società o rinviare tutto alla procedura di concordata, aperta in un parallelo procedimento giudiziario.

Proprio nella speranza di trovare una soluzione, nell'interesse di tutte le parti in causa, oggi, al termine dell'incontro, il presidente Amat, su invito del sindaco Scajola, ha rinviato a venerdì 20 dicembre alle 10, la riunione del cda che dovrà esprimersi sull'iter della procedura pre-fallimentare.

Leggi QUI le altre notizie

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie