SANITA'

Salute dei cittadini: Scajola (Anci), servono riforme coraggiose

"Assistiamo allo spettacolo indecoroso della parcellizzazione delle competenze tra Stato e Regioni, dove non si capisce chi sia responsabile di cosa"

Salute dei cittadini: Scajola (Anci), servono riforme coraggiose
18 Novembre 2020 ore 20:39

Scajola: “Servono riforme coraggiose per la salute dei cittadini”

“Il sindaco è la massima autorità locale, ma alla competenza non si accompagnano i giusti strumenti. Il servizio sanitario nazionale, nato con la grande riforma della fine degli anni ’70 del secolo scorso, era articolato sui Comuni. Oggi invece assistiamo allo spettacolo indecoroso della parcellizzazione delle competenze tra Stato e Regioni, dove non si capisce chi sia responsabile di cosa, con grande difficoltà per i cittadini”.
Lo ha dichiarato, oggi, Claudio Scajola, sindaco di Imperia, nella sua veste di vice presidente nazionale Anci, parlando all’assemblea nazionale Anci, alla presenza del commissario europeo Paolo Gentiloni e del ministro Roberto Speranza.
“Sulla salute dei cittadini, finita questa emergenza, dovremo cambiare sistema. Dobbiamo rendere questa disgrazia del virus un’opportunità di cambiamento – ha aggiunto -. Salute e benessere del cittadino passano quindi da un rinnovato coinvolgimento delle comunità locali e della responsabilità dei singoli territori”.
Secondo Scajola: “Stanno cambiando gli stili di vita in questa pandemia. Dobbiamo ripensare, in chiave più flessibile, gli orari e le modalità di lavoro. Dobbiamo investire di più sulla digitalizzazione. Dobbiamo aumentare gli spazi di libertà nelle città. Servono spazi aperti, parchi, piste ciclabili vere che non siano linee tracciate in mezzo al traffico. Servono le risorse e molte ne arriveranno dall’Europa. Ma, se non saranno accompagnate da riforme coraggiose, tutto sarà inutile”.
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità