Politica
IN COMUNE A VENTIMIGLIA

Task force italo francese contro il semaforo sulla statale 20, che blocca una intera vallata

Task force tra i sindaci italiani e francesi della val Roya per trovare una soluzione al disagio dei trasporti in val Roya

Task force italo francese contro il semaforo sulla statale 20, che blocca una intera vallata
Politica Ventimiglia, 14 Ottobre 2021 ore 13:21

Vertice italo francese in Comune a Ventimiglia

Una task force tra i sindaci italiani e francesi della val Roya è stata creata, stamani, in Comune a Ventimiglia, per trovare una soluzione al disagio dei trasporti e, in particolare, alla presenza di un semaforo, quello all'ingresso del cantiere della galleria tra frazione Trucco, a Ventimiglia e Airole, sulla statale 20, che da ormai quattro anni crea enormi disagi a tutta la val Roya.

A ciò si aggiungono i danni provocati dalla Tempesta Alex del 2-3 ottobre 2020, che ha compromesso i collegamenti viari e ferroviari tra la costa ligure di Ponente (Ventimiglia) e il Piemonte (la provincia di Cuneo), passando per le Alpi Marittime francesi. Oggi c'è stato un primo vertice alla presenza di tre sindaci italiani e altrettanti francesi e di un consigliere regionale francese. Nel corso della riunione il sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, ha annunciato per la prossima settimana un incontro con il dirigente Anas per trovare una soluzione.

Gaetano Scullino

"Abbiamo deciso di riunirci con tutti i comuni della val Roya, perché c'è un problema comune: quello della viabilità sia ferroviaria che viaria. E poi, mentre sul versante francese ci sono 45 cantieri e c'è il governo che ha stanziato 280 milioni di euro per la ricostruzione di tutta la val Roya e si vedono già ad occhio nudo i risultati del lavoro finora svolto, da parte italiana siamo bloccati da una galleria che mortifica quello che è l'azione anche della Francia. Siamo qui per cercare di fare fronte comune affinché la valle del roya riceva una attenzione più specifica non parliamo solo della Tempesta Alex, ma di tutta la valle, alla quale siamo collegati da un discorso culturale, commerciale, turistico, ma anche di amicizia. A causa di questa interruzione viaria e ferroviaria abbiamo perso il 30 per cento del turismo del Basso Piemonte e non solo. E' inimmaginabile ciò che ha perso la val Roya. Ci stiamo0 organizzando per formare un gruppo italo francese, perché ci siamo resi conto che i problemi sono comuni. Ci rivedremo la settimana prossima assieme ai dirigenti Anas, perché dobbiamo affrontare una volta per tute queste lungaggini burocratiche e tecniche".

Consigliere regionale Regione Paca

"Oggi abbiamo fatto il punto su queste emergenze, in modo da creare una rete per cooperare a favore di questo bacino italo francese, che riunisce tre regioni: la Liguria, il Piemonte e la Paca. Ci sono molti problemi che ci preoccupano soprattutto in materia di trasporti, come all'altezza del tunnel del Col di Tenda, ma ciò che oggi mi preoccupa di più sono i lavori del tunnel di Airole. Il sindaco è in contatto con il direttore dell'Anas e prossimamente ci sarà una riunione per avere delle risposte, perché le nostre preoccupazioni sono rivolte non solo agli abitanti di questa, ma anche ai frontalieri e allo sviluppo economico e turistico della vallata. Quella di oggi è una giornata storica per creare una rete locale di lavoro per informare la popolazione".

Sindaco di Breil e consigliere del Dipartimento delle Alpi Marittime

"E' un'iniziativa da molto tempo attesa, perché è palese che le problematiche sono di tipo transfrontaliero. Non avremo mai delle risposte se non ci sarà una cooperazione tra le autorità italiane e francesi. Ci sono evidenti problemi di trasporti sia su strada che su ferroviaria. Da parte nostra abbiamo fatto un lavoro immane per ricostruire le strade della val Roya, per quanto di nostra competenza e ci sono lavori che procedono speditamente: lavori per 5 milioni di euro al mese e vediamo già i risultati. Nel tratto tra Breil e la frontiera italiana, tra qualche settimana avremo una strada del tutto nuova ed è veramente un peccato che ci sia questo blocco nel tunnel del Roya con un cantiere che non va avanti o che procede molto lentamente, con un semaforo, tra Airole e Trucco, che rallenta parecchio la circolazione da più di 4 anni e che crea disagi e ritardi a tutti gli abitanti italiani e francesi che devono recarsi dalla costa all'entroterra e viceversa, con attesa di 10-15 minuti per volta".

Erano presenti

Jean Pierre Vassallo sindaco di Tenda
Laurence Boetti-Forestier Consigliera regionale - vice presidente del gruppo Union pour la Région
Sébastien Olharan, sindaco di Breil sur Roya
Brigitte Bresc, sindaco Saorge
Adriano Biancheri, sindaco Olivetta San Michele
Maurizio Odoero, sindaco di Airole

Necrologie