il grande tennis

Bravo Fabio Fognini, in due giorni batte Ramos-Vinolas a Wimbledon tre set a zero

Il 34enne campione armese parte bene sulla "maledetta" erba londinese che non l'ha mai visto protagonista in quindi anni di carriera

Bravo Fabio Fognini, in due giorni batte Ramos-Vinolas a Wimbledon tre set a zero
Sport Sanremo, 29 Giugno 2021 ore 14:32

Un grande Fabio Fognini, solido, preciso e fisicamente in palla batte lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas all'esordio sull'erba di Wimbledon in tre set e si guadagna l'accesso al secondo turno. 7-6 6-3 6-4 il punteggio finale di un match giocato in due giorni. Iniziato ieri sera e sospeso per l'oscurità. Oggi il set decisivo, che Fognini ha controllato e vinto agevolmente contro il n° 38 Atp.  Ora attende il vincitore tra Cuevas e Djere

La cronaca del match di Fabio Fognini contro Albert Ramos Vinolas

Nei primi due set si assiste a due partite completamente diverse. La prima combattuta, nella quale Fognini ha la palla per chiudere anzitempo la frazione, ma non sfrutta il match point. Si va al tie break e Fabio non delude, chiudendo senza pericoli il set. Nel secondo Ramos Vinolas prova a cambiare qualcosa, si fa aggressivo a rete, ma il n° 31 del ranking è attento e lo passa ripetutamente vincendo il set per 6-3.

Nel terzo set la prima svolta favorevole all'armese arriva nel quinto gioco, quando strappa la battuta allo spagnolo e si porta 3-2. Dura poco, perché Ramos Vinolas restituisce subito il "favore" con il controbreak del 3 pari. Ma Fabio è bravo a resettare e a breakkare nuovamente nel gioco successivo. Ora è 4-3 e può servire per il 5-3. Lo fa magnificamente, l'autorità, senza lasciare neppure un quindici all'avversario, che ora deve servire per restare nel match. Ramos svolge il compito egregiamente. Fabio ora può servire per il match e non si fa pregare. A zero anche questo turno di battuta e vola al secondo turno dello slam "maledetto" come ha ribadito con il sorriso in una recente intervista. A Wimbledon, contrariamente agli altri tre major (Australian Open, Roland Garros e Us Open) non ha mai raggiunto in carriera la seconda settimana. A 34 anni non ha ancora smesso di provarci: "Ormai non ho più 24 anni, ma 34. Ma ho ancora tanta voglia e il desiderio di rimanere in alto" ha dichiarato due giorni fa a Sky Sport

Nel pomeriggio l'esordio di un altro sanremese, Gianluca Mager che se la vedrà contro l'argentino Juan Ignacio Londero

Foto Federtennis

Necrologie