Sport

Fabio Fognini Robin Hood agli Australian Open

Fabio Fognini furioso: "Quello che è successo a Giannessi ieri è RIDICOLO! E chi paga? il giocatore". Clamoroso errore agli Australian Open

Fabio Fognini Robin Hood agli Australian Open
Sport Sanremo, 20 Gennaio 2020 ore 00:13

A Fabio Fognini, 32enne campione di Arma di Taggi, da oltre un decennio tra i più talentuosi e imprevedibili tennisti del circuito mondiale, va riconosciuta la sua onestà intellettuale. E' un genuino, i cui atteggiamenti (soprattutto in campo) ne hanno sicuramente limitato la carriera. Ma nei giorni scorsi il n° 12 del mondo è andato oltre, anche fuori dal campo si è distinto per il coraggio di denunciare pubblicamente l'ingiustizia subita da un suo connazionale, lo spezzino Alessandro Giannessi (n° 147 Atp), eliminato al primo turno di qualificazione dell'Australian Open (che peraltro vedrà Fognini in campo questa notte, alle 3, contro l'americano Opelka) dal coreano Duckhee Lee per un clamoroso errore dell'arbitro di sedia che ha concesso l'intervento del fisioterapista in campo per soccorrere il coreano colpito dai crampi, mentre Giannessi era in dirittura d'arrivo per aggiudicarsi l'incontro. La cosa è palesemente vietata dal regolamento: non si può richiedere il fisioterapista per i crampi. Ma a quanto pare l'arbitro non lo sapeva. E questo è grave, trattandosi di uno dei quattro più importanti tornei del circuito Atp. Non certo un torneo tra scapoli e ammogliati. A ricordarglielo, oltre a Giannessi, uscito dal campo infuriato, dopo aver perso l'incontro per l'incredibile rimonta dell'avversario, è stato Fognini con un post di ieri su Instagram: "Qualcuno mi spiega perché siamo sempre NOI giocatori a pagare le conseguenze? Quello che è successo a Giannessi ieri è RIDICOLO! E chi paga (in tutti in sensi?) il giocatore

 

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie