Sport

Finisce in ospedale dopo un calcio nelle parti basse a fine partita

L'episodio sarebbe figlio delle tensioni del match di andata finito 2-1 per il San Filippo Neri. "Abbiamo sbagliato tutti, ma anche un nostro giocatore ha preso un calcio in mezzo alle gambe"

Finisce in ospedale dopo un calcio nelle parti basse a fine partita
Sport Taggia, 27 Gennaio 2020 ore 08:59

E' un giovane giocatore del San Filippo Neri di Albenga ad aver avuto la peggio in seguito a uno scontro scatenatosi sabato scorso sul campo di Arma di Taggia, durante il match tra il San Filippo Neri e l'Atletico Argentina, finito per la cronaca 2-1 per i padroni di casa armesi.

Mister Porcella: "Nessun naso fratturato per i nostri avversari, notizia priva di fondamento"

Inizialmente si era diffusa la notizia che ad essere rimasto infortunato, per aver riportato la sospetta frattura del setto nasale a causa di un pugno da un avversario, fosse stato un giocatore dell'Argentina. A smentire la ricostruzione è lo stesso mister savonese, Rossano Porcella: "Senza entrare nel merito di quanto avvenuto durante tutta la partita - spiega Porcella - tengo solo a precisare che nessuno giocatore dell'Argentina, per quanto mi risulta, è finito in ospedale o ha riportato la frattura del naso. Un mio giocatore invece sì, lui è stato aggredito a fine partita da un avversario che gli ha sferrato un calcio nelle parti basse. Lo abbiamo portato in ambulanza in ospedale dove è stato fino a mezzanotte, aveva sangue nelle urine. Poi la cosa pare sia rientrata e non credo vi saranno denunce, anche se io stesso ho chiesto l'intervento dei carabinieri".

L'episodio sarebbe figlio delle tensioni del match di andata del campionato Juniores regionale, finito 2-1 per il San Filippo. Quanto all'episodio avvenuto sabato le testimonianze sono discordanti. Da parte dei giocatori del San Filippo Neri si precisa infatti che durante l'intero incontro non sono mancate le provocazioni, falli maliziosi e altro. "A fine partita si è creato un capannello nei pressi del cancello di uscita - spiega Gabriele, del San Filippo Neri - noi volevamo lasciare il campo, ma loro ci hanno affrontati e chiusi. La sensazione è che volessero farci male, uno di loro ha colpito in mezzo alle gambe un nostro compagno. Abbiamo chiamato l'ambulanza e il personale sanitario lo ha preso in cura".  Pochi minuti dopo sul campo sono giunti i carabinieri che hanno verbalizzato l'accaduto.

Nella foto un momento del match di andata fra le due squadre, lo scorso 28 settembre

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie