Sport

Pallavolo, la Sanremo cup Memorial Tessitore va agli under 14 Segrate

Una spettacolare e combattuta finale, tra due squadre che saranno sicuramente grandi protagoniste a livello nazionale in questa stagione

Pallavolo, la Sanremo cup Memorial Tessitore va agli under 14 Segrate
Sport Sanremo, 10 Ottobre 2017 ore 08:04

Una spettacolare e combattuta finale, tra due squadre che saranno sicuramente grandi protagoniste a livello nazionale in questa stagione, ha fatto calare il sipario sulla 33esima edizione della Sanremo Volley Cup, per il 25° anno abbinata al Memorial Dado Tessitore. A mettere il sigillo sull'ultimo atto, un torneo Under 14 maschile a 8 squadre, sono stati i ragazzi del Volley Segrate 1978, società milanese che vanta un'importante tradizione a livello giovanile, come testimoniano gli scudetti vinti nel 2012 (Under 14), 2013 (Under 15) e 2017 (Under 19). I boys di Gianluca Breviglieri hanno costretto alla resa 2-1 (23-25, 25-17, 15-9) e ad abdicare il team del Colombo Genova, allenato da Piero Merello e campione d'Italia di questa categoria qualche mese fa. Un Colombo arrivato alla finale senza aver perso set nei quattro incontri precedenti. Si è così invertito, come sette giorni prima nel femminile (vittoria di Asti su Unionvolley), l'esito della scorsa edizione, quando furono proprio i liguri a prevalere sui lombardi.

Al terzo posto si è classificato il Cuneo Vbc, vittorioso 2-1 nella finalima sull'Almevilla Bergamo. Nelle semifinali Genova aveva battuto 2-0 (25, 14, 25-17) l'Almevilla e Segrate aveva prevalso 2-0 (25-23, 25-15) sul Cuneo.

La classifica finale si completa nell'ordine con Pgvb Grasse (Francia), Vbc Mondovì, Diavoli Rosa Brugherio e Selezione Albenga-Sanremo.

A ricevere gli ambiti riconoscimenti individuali sono stati Luca Porro (Colombo, mvp), cui è andata la targa in ricordo di Claudio Ozenda, Samuele Costanzo (Cuneo, servizio), Luca Colombo (Segrate, ricezione-difesa), Edoardo Stefani (Segrate, palleggio), Federico Bonacchi (Segrate, attacco), Simone Bertolino (Mondovì, muro). Quale più giovane del torneo è stato premiato Simone Porro, classe 2007.

A consegnare i numerosi premi di partecipazione e di classifica sono stati Lupetta Tessitore con il figlio Giuseppe e la sua consorte Deborah, con i giovanissimi Tommaso, Enrico ed Edoardo; il sindaco e l'assessore allo sport del Comune di Sanremo, Alberto Biancheri ed Eugenio Nocita; il consigliere della Fipav Liguria, Paolo Noli; il delegato del Coni per la zona di Sanremo, Carlo Borella; Angelo Masin e Bruno Tacchi del Panathlon Club Sanremo-Imperia; Luigi Morganella in rappresentanza della Fidas provinciale; il presidente Cesare Fagnani e diversi dirigenti della Nlp Sanremo.

Tra i componenti degli staff tecnici, da notare la presenza di diversi ex-giocatori di serie A, Daniele Vergnaghi (allenatore aggiunto e dirigente del Cuneo Vbc, 16 stagioni in A1 e numerose presenza in azzurro, con la nazionale ha vinto la World League), il serbo Rajko Jokanovic (1° allenatore Grasse, nazionale della Jugoslavia alle Olimpiadi del 1996) e Alberto Bonelli (1° allenatore Mondovì).

A bordo dei due campi da gioco, intitolati alla memoria di Enrico Chiavari, colui sino a due anni è stato capo della Nlp e dell'organizzazione della Sanremo Cup, tanti familiari e diversi addetti ai lavori (anche un paio di osservatori arrivati dal Centro Italia, inviati da un importante club di A1) hanno seguito i venti incontri andati in scena.

11 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie