Eventi

Soleà sabato secondo appuntamento

Soleà sabato secondo appuntamento
Eventi Sanremo, 30 Agosto 2022 ore 17:19

Secondo appuntamento con Soleá - Festival della cultura mediterranea: sabato 3 settembre a Sanremo Gabriele Vacis e il Coordinamento Ricibo affrontano il tema dello spreco alimentare.

 

Ecco come procede il secondo appuntamento con Soleà

Il territorio d’indagine della seconda giornata dell'iniziativa, sabato 3 settembre, è il cibo. Si comincia alle 18.15, in Piazzetta dei Ferri, con Il cibo: un bene comune, un incontro di assoluta attualità dedicato alla questione dello spreco alimentare.

Secondo la FAO - comunicano gli organizzatori - nel mondo si spreca più di un terzo del cibo che viene prodotto e distribuito: più di 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti ancora consumabili, che potrebbero nutrire, per un anno intero, circa 2 miliardi di persone. In Italia lo spreco costa lo 0,5% del PIL e ogni anno finiscono tra i rifiuti dai 10 ai 20 milioni di tonnellate di prodotti alimentari.

 

Aspetto fondamentale di Soleà: solidarietà

Al centro del secondo appuntamento con Soleà, una giovane realtà impegnata su queste tematiche: “Ricibo”, progetto di rete genovese nato nel 2017 dalla volontà di alcune organizzazioni cittadine laiche e religiose, con l’obiettivo di recuperare e ridistribuire le eccedenze alimentari a fini di solidarietà sociale. Una risposta concreta al problema della povertà e dello spreco alimentare, una piattaforma integrata di tutte le realtà che operano sul territorio in questo ambito, che si pone quale obiettivo una città sostenibile, a spreco zero, dove il cibo è un bene comune.
Protagonisti dell’incontro sono Marco Malfatto, responsabile del progetto “Ricibo”, e la coordinatrice Roberta Massa. Conversa con loro Alessandro Lanteri, direttore della testata Flornews Liguria.
Al termine dell’incontro è previsto un aperitivo, rigorosamente “a km 0”, realizzato in collaborazione con Urbicia Vivas, ristorante nel cuore della “Pigna”.

 

La serata continua

Alle 21.15 l’esplorazione si sposta al Museo Civico a Palazzo Nota e si fa spettacolo nella lecture show di Gabriele Vacis, "Meditazione sul cibo", con la scenofonia di Roberto Tarasco.
A partire dal celebre racconto di Karen Blixen, "Il pranzo di Babette", da cui è stato tratto anche un indimenticabile film, Vacis conduce lo spettatore in un affascinante viaggio attraverso miti e ricette, economie e speculazioni, giudizi e pregiudizi su ciò che ci nutre. Una narrazione in cui si intersecano il tema dello spreco e quello del senso della vita, terreno ed eterno al contempo. Una riflessione di grande forza in cui la carne e lo spirito trovano la giusta riconciliazione.

Gabriele Vacis, fondatore del Laboratorio Teatro Settimo e dell’Istituto di Pratiche teatrali per la Cura della persona, ha scritto e diretto numerosi spettacoli, tra cui Il racconto del Vajont (Premio Ubu 1994), Novecento, Adriano Olivetti, Rusteghi, I nemici della civiltà, Amleto a Gerusalemme, per citarne soltanto alcuni. Insieme ad Alessandro Baricco ha realizzato la celebre trasmissione di Rai 2 Totem (1998).
Già Direttore artistico del Progetto TAM - Scuola per attori del Palestinian National Theatre di Gerusalemme e docente di regia alla Scuola "Paolo Grassi" di Milano, è Direttore della Scuola per attori del Teatro Stabile di Torino.

 

Altre info

Organizzato da CMC/Nidodiragno Produzioni, con la direzione artistica di Angelo Giacobbe, Soleá è realizzato grazie al sostegno del Comune di Sanremo e alla collaborazione del Forte Santa Tecla e della Direzione Regionale Musei Liguria - Ministero della Cultura.

Le performance e gli incontri di Soleá proseguono domenica 4 settembre negli spazi del Forte di Santa Tecla.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Per informazioni: info@nidodiragno.it / telefono e WhatsApp 393 8753637.

Leggi qui le altre notizie.

Gabriele Vacis_1
Foto 1 di 4
Marco Malfatto
Foto 2 di 4
Roberta Massa
Foto 3 di 4
Solea-2022-locandina-web
Foto 4 di 4
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie