Altro
UN CASO POLITICO

Mozione di sfiducia del Pd contro l'amministrazione Scullino, firmerà la Lega?

In teoria basterebbero tre dei cinque consiglieri comunali della Lega, oltre ai sei consiglieri di minoranza, per far cadere l'amministrazione

Mozione di sfiducia del Pd contro l'amministrazione Scullino, firmerà la Lega?
Altro Ventimiglia, 06 Agosto 2021 ore 10:52

Mozione di sfiducia ieri sera in Consiglio comunale

Il consigliere comunale di minoranza ed ex sindaco del Pd, a Ventimiglia, Enrico Ioculano, ha presentato una mozione di sfiducia contro l'amministrazione retta dal sindaco della città di confine, Gaetano Scullino (indipendente appoggiato dal centrodestra), al termine del Consiglio comunale di ieri, che ha aperto una crisi politica nella maggioranza.

La Lega, infatti, ha votato contro la pratica relativa alla variante urbanistica che autorizza la realizzazione di un supermercato Coop nel quartiere di via Asse e Logge. Pratica che, alla fine, è passata con i voti del Pd, in quanto le procedure erano partite all'epoca in cui Ioculano era sindaco. La mozione, sottoscritta anche dai capigruppo di minoranza Massimo D'Eusebio (capogruppo di Alternativa Intemelia) e Gabriele Sismondini (lista civica Ventimiglia Riparte), è stata consegnata dallo stesso Ioculano al presidente del Consiglio comunale Andrea Spinosi (Lega).

Non è stata protocollata, ma potrà esserlo nel momento in cui la Lega, che ieri sera dopo la votazione si è autosospesa uscendo dall'aula, dovesse sottoscriverla. In teoria basterebbero tre dei cinque consiglieri comunali della Lega, oltre ai sei consiglieri di minoranza, per far cadere l'amministrazione. Chi sostiene la pratica Coop fa leva sul fatto che porterà nuovi posti di lavoro (una quarantina) e sulle opere pubblico a scomputo, come una settantina di parcheggi, viabilità e marciapiedi nuovi. Chi è contro contro la mancata esistenza di un interesse pubblico, la presenza di altri supermercati che potrebbero risentire della nascita di un nuovo punto vendita e far perdere posti di lavoro anziché guadagnarli.

Necrologie