Politica
Valzer a Palazzo Bellevue

PD addio: 3 consiglieri in un nuovo gruppo civico

Nasce "Per Sanremo", nuovo nido dopo l'abbandono. Caridi "Nessuna provocazione, solo critiche costruttive all'amministrazione"

PD addio: 3 consiglieri in un nuovo gruppo civico
Politica Sanremo, 07 Dicembre 2022 ore 15:06

Come annunciato dal sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, è pronto il nuovo gruppo civico, che fa riferimento politicamente alla persona del primo cittadino, in cui sono confluiti i consiglieri di maggioranza fuoriusciti dal PD.

 

Strappo con il PD: nasce il nuovo gruppo "Per Sanremo"

Il nuovo "Gruppo Civico per Sanremo" è composto dai consiglieri Alessandra Pavone e Giorgio Trucco, che hanno salutato il PD alcuni giorni fa e da Mario Robaldo, che il partito lo aveva abbandonato già  due anni fa. Il ribaltone ai danni dei dem è costato la totale scomparsa del partito dai banchi del parlamentino nella città dei fiori. Insieme ai consiglieri, si sono smarcati dal Partito Democratico anche gli assessori Massimo Donzella (che non rilascia dichiarazioni a rigiardo) e Costanza Pireri (vicesindaco di Sanremo). Il primo cittadino Biancheri aveva, nei giorni scorsi, parlato di rapporti ormai logori con la segreteria cittadina retta da Maurizio Caridi, soprattutto a margine di critiche e "invasioni di campo" che i consiglieri e gli assessori addosserebbero al vertice dem della città dei fiori.

 

"Critiche costruttive"

«Le nostre critiche -fa sapere Caridi con una nota stampa- e le proposte riportate sono sempre state il risultato di un confronto interno e si sono sempre poste in linea con gli obiettivi della stessa Amministrazione Biancheri e nell'interesse della città di Sanremo. Quindi oggi ci chiediamo anche per quale motivo portare avanti critiche costruttive, nell'interesse della stessa maggioranza, venga inteso come una invasione di campo o addirittura come una offesa personale? Molto spesso chi fa politica sente lamentare da parte delle persone che ne sono estranee una certa lontananza dei contenuti e del linguaggio, una mancanza di concretezza nelle proposte. Noi abbiamo provato -continua- , per una volta, a portare all'attenzione dei nostri assessori e consiglieri e al Sindaco stesso alcuni spunti concreti, anche grazie agli incontri svolti nei quartieri periferici della città, sollecitando maggior attenzione per la tutela dei lavoratori del Casinò di Sanremo, per gli asili, per il punto nascite, per l'acqua pubblica, per Casa Serena. Abbiamo semplicemente provato ad accendere i riflettori di questa amministrazione Biancheri su una serie di proposte che riteniamo essere comprensibili anche da chi dalla politica sanremese è molto lontano.

 

"Nessuna provocazione o offesa"

«Non abbiamo mai voluto considerare quelle proposte come una provocazione o tanto meno un' offesa ai nostri "amministratori". Semplicemente -continua-, abbiamo proposto una serie di contenuti tematici, nell'interesse della stessa collettività sanremese. Spesso la politica viene accusata di parlare solo di coalizioni, posizionamenti tattici e interessi di parte, Noi abbiamo tentato di aprire la maggioranza Biancheri su temi che sono cari al nostro elettorato progressista, con una forte valenza sociale, convinti che ci sia bisogno di un cambio di passo della stessa Amministrazione e del Sindaco Biancheri, convinti che si possa in questi pochi anni ancora di amministrazione, portare avanti progetti importanti con un occhio però al sociale e ai bisogni della gente. L'abbiamo fatto sempre nella massima correttezza e trasparenza. Se questo oggi è interpretato come critica all’amministrazione che pone il PD cittadino in contrasto con la sua maggioranza ne prenderemo atto non senza denunciare che sostenere Biancheri non significa non poter sollecitare maggior riflessione o manifestare su specifiche pratiche una posizione diversa ma fedele all’impegno preso con i nostri elettori».

Seguici sui nostri canali
Necrologie